Cosa è successo ieri

Attorno alle 8,30 ora italiana la tv di stato nordcoreana ha annunciato che è stato eseguito con successo il sesto test nucleare del paese. Come è stato riferito, alle 5.30 ora italiana è stata fatta esplodere nel sottosuolo una bomba all’idrogeno che, stando a quanto affermato dal presidente nordcoreano Kim Jong nelle ore precedenti al test, può essere montata su un missile balistico intercontinentale. Il test nucleare ha generato un terremoto di magnitudo compresa tra i i 5,6 e i 6,3 gradi della scala Richter. Ricapitolando, il tutto è successo nell’arco di poche ore: prima il presidente nordcoreano ha visitato l’istituto per le armi nucleari, annunciando la costruzione di una bomba H di piccole dimensioni, facendosi scattare delle foto mentre l’ammirava e sentenziando che “la Corea del Nord può produrre quante armi nucleari vuole”.

Poche ore dopo è stato registrato il terremoto e tutti hanno pensato subito a un test nucleare della Nord Corea, a cui è seguita l’anticipazione di un “importante e speciale annuncio” che sarebbe stato dato dalla tv di stato 3 ore più tardi. Poi il temuto ma prevedibile comunicato. Sebbene ci siano ancora dei dubbi tra gli esperti sul fatto che la bomba esplosa fosse davvero una bomba H, non ci sono dubbi sulla potenza dell’ordigno: dovrebbe aver raggiunto i 120 chilotoni, ovvero 8 volte più distruttiva della bomba sganciata dagli USA su Hiroshima (che fu di circa 15 chilotoni) sul finire della seconda guerra mondiale. Si tratta quindi dell’ordigno nucleare più potente fatto esplodere dalla Nord Corea. Ma non bisogna dimenticare che già il 6 Gennaio 2016 fu annunciato da Pyongyang un avvenuto test nucleare consistente nell’esplosione di una bomba ad idrogeno. A quel test fu associato un terremoto tra i 4,9 e i 5,1 gradi della scala Richter, ma gli esperti dubitarono che si trattasse di una bomba H. Va infatti precisato che una bomba a idrogeno (o bomba H) è molto più potente di una bomba atomica (o bomba A). Come riporta la giornalista Stefania Maurizi in un articolo del L’Espresso: “La distruttività di una bomba all’idrogeno è immensamente più grande di quella di una bomba atomica. La bomba atomica è un’arma in grado di distruggere intere metropoli, la bomba H è in grado di distruggere intere nazioni. Per avere un metro di paragone, basta considerare che la prima bomba atomica usata in combattimento, quella lanciata dagli Stati Uniti su Hiroshima il 6 agosto 1945, sterminò (nell’attacco e nei mesi successivi) circa 200mila persone, la prima bomba all’idrogeno testata dagli Usa il 1° novembre 1952 su un’isola del Pacifico poteva sterminare 20 milioni di persone: era un ordigno della potenza di 11 megaton, ovvero poteva generare un’esplosione equivalente a 11 milioni di tonnellate di tritolo, vaporizzò l’isola del Pacifico su cui fu testata” (esplosione riportata in immagine).

Annunci

Una risposta a "Cosa è successo ieri"

  1. Finché ci saranno interessi mondiali. .. lentamente verrà distrutta la società. .
    La coscienza di ogni persona sottomessa. .
    Se poi questi giocano con un potere, che è solo distruttivo. ..
    Che ne sanno della vitariffa. . Loro..

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...